Bonus verde 2018

Con la Legge di Bilancio 2018 è stata introdotta la possibilità per i cittadini di detrarre le spese per la sistemazione di giardini e terrazzi, sia privati che condominiali.

Da quest’anno quindi sarà possibile ottenere la detrazione fiscale per gli interventi sul verde privato, come da tanti anni è permesso per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed efficientamento energetico.

bonus-verde

Terrazzi, giardini e parchi residenziali

Sono ammesse le sistemazione a verde, ex novo o di radicale rinnovamento, di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché per la realizzazione di coperture a verde e giardini pensili, sistemazione di giardini di interesse storico; sono agevolabili anche le spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi indicati.

bonus-verde1

Detrazione IRPEF -36%

Sono ammesse le spese sostenute dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 (vale la data del bonifico o il pagamento entro il 31/12/2018). E’ prevista una detrazione irpef pari al 36% su un limite massimo agevolabile 5.000 euro (compreso iva). La ripartizione della detrazione deve avvenire in 10 quote annuali costanti e di pari importo. La detrazione è cumulabile su piu’ immobili

bonus-verde2

Tracciabilità delle spese sostenute

Inserire nella fattura la seguente dicitura:
In ottemperanza alla Legge 205 del 2017 art.1 comma 12-15 per la fruizione della detraibilità del 36%

Per fruire del bonus è necessario eseguire i pagamenti con strumenti idonei a consentire la tracciabilità, come ad esempio:

BONIFICO ORDINARIO

ASSEGNI (BANCARI E/O POSTALI)

BANCOMAT

CARTE DI CREDITO

bonus-verde3

Possibilità di detrazione per ogni unità immobiliare

Per chi abita in condominio il beneficio è maggiore perché la spesa massima di 5.000€ è per ogni appartamento (e quindi nel caso in cui ci fossero ad esempio 10 appartamenti si potranno fare lavori detraibili sino a 50.000€). Nel caso di interventi sia su parti comuni che su parti private (anche dello stesso edificio), il bonus raddoppia, e ne spetta uno (di 5mila euro) per il lavoro sul giardino “privato” e l’altro (per il medesimo importo) con riferimento alla quota di spesa imputabile per gli interventi sul giardino condominiale.

Specifiche e dettagli a cura di Assoflora Lombardia

Hai un terrazzo o un giardino che vorresti rinnovare?

Hai domande su come procedere con i lavori e chiedere le detrazioni?

 

Contattaci e saremo lieti di aiutarti

Scrivi a: studio@annaletiziamonti.it

oppuri compila i seguenti campi:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Cosa vorresti realizzare ?

Il tuo messaggio